20 febbraio 2006

ZEROFOLLIA

Ieri sera io e mia mamma siamo andate al concerto di Renato Zero. Prima avventura: la neve.
Qui a Torino purtroppo la neve a Natale è un evento raro, poi però spacca i maroni fino a marzo, quando in altre città fioriscono i ciliegi e in Sicilia la gente comincia a darsi alla balneazione. Quindi, ieri sera, nevicava. Siamo arrivate davanti al Madza Palace accompagnati dal mio coraggioso ommo e ci siamo appropinquate a una serie di donne/pinguino in coda. Poche, troppo poche a dire il vero per una sera da "tutto esaurito". Ma noi donne coraggio/pinguine non facciamo troppe domande. La coda è corta - penso - arriveranno tutte dopo. Gli ombrelli intanto si scontrano e diventano inutili. Cola acqua e neve ovunque e ben presto diventiamo donne/pinguine/in-umido. Intanto davanti a noi cominciano i cori "APRITE! APRITE!".
Scopriamo origliando che le pinguine in umido davanti a noi vengono da Genova. Scopriamo, sempre origliando, che si sono già sorbite il doppio concerto a Genova e sono in coda al freddo per sorbirsi altri due concerti a Torino. Una pinguina molto loquace commenta con un "Che braveee". Alla pinguina genovese squilla il telefono. Ovviamente la suoneria è una canzone di Renato Zero. La tonna loquace continua "La suoneria di Renato? Che bravaaaa. Devo cambiare telefono". Il mio cervello intanto si fionda su un'altra orbita. E abbandona il mio corpo tra le pinguine in umido.
Continuano i cori "APRITE! APRITE!" e le tonne in umido pinguine e non so cos'altro cominciano a guardarci con sospetto, finchè la pinguina loquace ci chiede "Ma voi siete del fan club?". Nego qualsiasi appartenenza a un fan club. Quindi veniamo a conoscenza del fatto che quella è la coda solo dei soci del fan club. Cacchio. Ci tocca il giro del Mazda Palace sotto la neve, camminando su ghiaccio, con altri mille "nonfanclubbisti". Ma alla fine ce la facciamo. Ci sediamo e ci godiamo tutto lo show. Gli abiti e i balletti, le luci e i cori.
Renato, non sono una fanclubbista per principio, ma sei un mito lo stesso.

3 commenti:

Anonimo ha detto...

ma chi sono le donne pinguino? Io non ho mai conosciuto una donna pinguino/a. Rob

Carla ha detto...

sono persone in coda al freddo che camminano come pinguini.. impossibile che non ne abbia mai vista una.

DecimoCirenaica ha detto...

"Camminavo su una corda tesa,
l'equilibrio mi aiuta, a vivere,
due più due non dava, quattro mai,
c'era il caos, nei pensieri miei..."

MiticoZero.