28 marzo 2006

Quando gli alternativi non sono così alternativi

Mio cognato era il mio mito, una volta. L'uomo di mia sorella, l'uomo calmissimo dai rasta sbiaditi dal perossido di idrogeno. Il tizio dei centri sociali. L'uomo da stadio che proteggeva mia sorella dai tifosi imbufaliti contro cosa o chi non si capisce.
Dopo un po' però diventa noiosa questa figura che deve protestare sempre e comunque: contro la fiaccola olimpica, anche se in verità non gliene frega nulla, contro il TAV, anche se non è direttamente interessato, al G8 anche se forse non ha idea di quello che sta accadendo.
Poi ieri sera..

Cena in famiglia. Noi siamo di origini molisane/pugliesi e mio cognato è siculo. Capirete anche voi come la cena o il pranzo per noi, diventi un momento di riunione familiare. Ho aperto la discussione parlando della nuova pubblicità delle patatine, avanti, non posso dire la marca, ma avete capito tutti. Quella con Rocco Siffredi. L'hanno censurata. Paese di bigotti, ho sbraitato. Era così geniale, in fondo quelle patatine hanno tenuto questa linea, è da un po' che usano i doppi sensi. Trovo che sia una cosa molto carina.
Sono saltate le valvole al cognato. Ha controbattuto dicendo che anche lui è arrossito vedendo quella pubblicità.. che è troppo troppo (non ha trovato poi il termine). Ho continuato con un "ma se i bambini nemmeno la capiscono". Insomma. Mentre mia sorella sosteneva le mie parti.
Quando gli alternativi sono così comuni dentro.

13 commenti:

DecimoCirenaica ha detto...

Guardo pochissima televisione perché ho paura che mi addormenti il cervello ;)
Non ho visto la pubblicità del superdotato d'Italia...
In compenso ho scritto un'articolo contro la TAV in Val di Susa. Anche io non abito in quelle valli ma ho ritenuto giusto farlo. E' stato un modo per esprimere solidarietà.
Non sono un alternativo.
IO
Non sono un autonomo.
IO
Sono come Sono
Tutto quello che si può...

Carla ha detto...

Massimo rispetto per chi ha degli ideali e li esprime (senza violenza, ovvio). Poco o nessun rispetto per chi fa le cose solo per fare, perché non sa quello che sta facendo, ma ha l'idea che sia giusto fare così. Un po' come si faceva alle superiori quando si andava a manifestare in piazza solo per tagliare da scuola (qualcuno dice fare sega, qualcuno marinare..). Ora siamo un po' più cresciutelli. E la cosa è un po' diversa..

Vincent ha detto...

era bellisima quella pubblicita mannaggia a questa italia che deve censurare tutto....cmq per l'argomento no tav è meglio nn parlarne perchè c'è tanta disinformazione e per andare a cercare le notizie bisogna fare una attenta ricerca visto che tutti tirano l'acqua del propio mulino....anche in internet è diventato difficile cercarle...un saluto a tutti voi e buona giornata

Carla ha detto...

ah traparentesi: io la tv l'ho abolita quasi del tutto. la pubblicità mi è arrivata via mail!
Ciao Vincent, finalmente ci sei anche tu da queste parti, benvenuto.

DecimoCirenaica ha detto...

Perché non me la mandi pure a me la pubblicità? ora mi hai fatto incuriosire...
;)

Consiglio librario contro la disinformazione:
T.A.V. in Val di Susa
Un buio tunnel nella Democrazia
Autore: Marco Cedolin,
Arianna Editrice
Prezzo: € 10,50

Dalla prefazione di Massimo Fini

I progetti, i costi e i benefici della costruzione delle linee ferroviarie per i treni ad Alta Velocità/Capacità, una serie di opere faraoniche inutili dal punto di vista economico, ecologico e strategico.

Per sostenere tali opere la collettività sarà costretta a pagare oltre 2 miliardi di euro ogni anno almeno fino al 2040, impegnando in questo modo i nostri figli e nipoti a una serie di sacrifici che, con tutta probabilità, non saranno in grado di sostenere.

Carla ha detto...

ahhh non ho la tua mail :-)

DecimoCirenaica ha detto...

ma sì, te l'ho data tempo fa... l'ho scritta in un commento... ora non ricordo se qui o nel blog di Cirenaica...
Comunque, eccola: decimocirenaica@yahoo.it

Aspetto!

DC

Anonimo ha detto...

A parte il fatto che non riesco a capire come tu possa dire che una qualunque cosa non ti riguardi.. tutto ci riguarda... tutto riguarda tutti... a meno che non sia una cosa personale, ovvio!
Questa è la tipica mentalità di chi dice "tanto mica capita a me".. il tav rigurda anche te per esempio... riguarda l'italia intera... e se non lo capisci, cerca almeno di provare a crescere!
Poi che tuo cognato sia sempre contro corrente solo per partito preso è un'altro discorso.
Definire geniale una pubblicità in cui si allude al sesso... al giorno d'oggi non si allude ad altro,ormai per pubblicizzare qualsiasi cosa o si allude o si fanno vedere tette e culi, spogliarelli vari... a me SINCERAMENTE non sembra così geniale!

Carla ha detto...

E' geniale proprio per quello. Non è volgare. Vedi un culo? Vedi una tetta? Non ho visto la tua firma in ogni caso.

Anonimo ha detto...

Secondo me Rocco Siffredi è un attore di tutto rispetto che non ha nulla da invidiare a Tom Cruise o Paul Newman. Io lo candiderei alle nazionali nel partito di Rifondazione. Un tocco di energia, frizzante novità è necessaria a questa italia decrepita, fondata su moralismi medievali e bigotti. Non a caso in quell'aria è canditata la Vladimir Lussuria, non chiedetemi però se è maschio o femmina, che mi importa? E' un essere umano e come tale ha i suoi diritti ed il dovere di rappresentarli in parlamento.
Riguardo la pubblicità, direi che non ha nulla di volgare, è geniale, doppi sensi che mi sollazzano il cervello e mi ricordano i bei tempi delle comitive che quando non si aveva nulla da fare un film di moana e rocchino erano sempre i benvenuti.
Viva le patate, tutte!
Rob

a2d6a ha detto...

Uff!
Io non sono riuscita a vedere la pubblicità delle patatine: guardo pochissimo la TV...
Mi son persa un pezzo di storia!!!

Emh... ha detto...

Ma se invece i soldi della TAV si spendono per rimettere in sesto lo schifo,lo squallore e l'indecenza di trenitalia?Ogni volta che prendo il treno devo calcolarmi almeno un'ora di ritardo...

Carla ha detto...

Come ti capisco! A me piace prendere il treno ma ogni volta tra coincidenze perse e ritardi..

Ieri alla grigliata su nella val di susa ho fatto conoscenza con la talpa dei NO TAV. mi ha anche strizzato l'occhietto.. carina..