08 agosto 2007

Assunta (e Mariaconcetta).

Oggi colloquio all'agenzia finale: l'appuntamento è alle 10.30, secondo viamichelin prendendo la tangenziale ci metto 23 minuti. Parto con 40 minuti di anticipo, cercando di calcolare ogni eventuale inconveniente, parcheggio, traffico, ecc.
Parto tranquilla tranquilla anche se tutti i semafori sono rossi. Chissenefrega. Sono in anticipo.
Vicino casa mia ci sono due ingressi per la tangenziale. Quello più vicino ha il pedaggio da pagare, quello un pochettino più lontano no.
Sono andata a quello più lontano e indovinate? L'entrata in tangenziale è chiusa ma cartelli gialli con scritte nere mi promettono che all'uscita seguente (dal raccordo autostradale Torino-Caselle) c'è la possibilità di ciapare la tangenziale. Ok, esco all'uscita seguente e dopo 10 rotonde, 30 inversioni, 25 svolte a sinistra torno sul raccordo autostradale Torino-Caselle ma nel senso opposto. Rientro nel caos della città quindi. Seguo altre indicazioni per la tangenziale e mi fiondo a tutta birra. Pedaggio. Cornuta e mazziata, ho sbenzinato per tutta la prima parte di tangenziale e gli eventuali giri di cui sopra a Borgaro per rientrare in tangenziale e in più il pedaggio che accuratamente cercavo di evitare. Arrivo e trovo subito parcheggio anche se sono in ritardo. Ora il mio grosso problema è trovare l'azienda. Attraverso la strada perché dal mio lato ci sono numeri civici dispari e dall'altra parte ci sono i pari. L'azienda è pari.
Peccato che non trovo il numero civico che sto cercando. Così mentre cerco di non farmi investire dal traffico devastante di Torino chiamo l'agenzia interinale per avvertirli che non trovo l'azienda, ma appena lo dico trovo il civico. Si tratta di una grossa struttura piena di interni (e con parcheggio interno).
Per riassumere al meglio: è andato talmente bene il colloquio che sono stata assunta. Comincerò il 15 settembre, il tempo di dare le dimissioni da qui (anche quo e qua). L'azienda è mitica, ma mantengo ancora il silenzio assoluto riguardo cosa fa esattamente e cosa dovrei fare io. Anche perché non lo so bene. Ma va bene tutto. Addio prontissimo.

P.s. quando ieri ho pulito il camaleontario, una famiglia di circa 200 grilli, che prima viveva felice nelle pieghe della cerniera, si è sparsa per la casa. Ora in ogni angolo c'è almeno un grillo che canta. Mi sembra di stare in aperta campagna e sono a casa. Niente di meglio.

9 commenti:

Anonimo ha detto...

Brava! Un grosso in bocca al lupo per questo nuovo lavoro :o)

Ch

Carla ha detto...

Crepi! Grazie cara!!

La Francese ha detto...

coplimenti! mi aggiungo agl'imbocca al lupo!

Carla ha detto...

Grazie grazie!!

Anonimo ha detto...

mi hai messo una curiosita' bestia di sapere dove vai a lavorare ... imboccalupo! :-)
Un salutone ad entrambi
IPC

PS
Ho ascolato l'album cowboy from hell dei pantera.

Lucia ha detto...

Che buffo incontrare per caso il blog di una collega! In bocca al lupo per il nuovo lavoro! ^_^

Carla ha detto...

Eheh IPC è una dittuccia piccola supertecnologica. Forse mi mettono nell'area sviluppo e questa cosa ci piace tanto.
Crepi il lupone!

Ciao Lucia, eheh mi sa che non sei l'unica che mi legge. Ma te che turno fai?

Lucia ha detto...

Io faccio 16-20 dal martedì al venerdì e 10.15-14.15 la domenica, non so se ti ho mai incrociata! ^_^''

Carla ha detto...

Da martedì a venerdì sicuro dato che faccio il turno 15.15-19.15. Di solito sono all'isola B o D.