27 dicembre 2010

Il punto della situazione.

Oggi io e Snoopy ci siamo visti prima della sua partenza per Bologna. Una chiacchierata veloce davanti a un caffè, un the caldo e un cannolo diviso in due.
Quando ci vediamo, dev'essere nostro destino, facciamo il punto della situazione. E il punto è abbastanza a nostro sfavore. O meglio, dovrebbe essere un punto di partenza per qualcosa di meglio.
Il punto è che il mondo va incredibilmente veloce. Le altre persone si sposano, figliano, attuano progetti, sogni, si pongono obiettivi che realizzano. E noi, così dinamici e pieni di entusiasmo, siamo delle rocce ferme. Siamo sempre lì insomma.
Ho comunque imparato una cosa, che basta cazzeggiare. E' ora di muoversi, darsi dei tempi, buttare per iscritto un progetto. Insomma fare qualcosa.
Cazzo.
Canzone del giorno (a tema): I'll Never Grow Up Twisted Sister

3 commenti:

Zion ha detto...

avere un obiettivo e un progetto è sempre meglio che non averlo...il modo giusto per cominciare qualcosa, possibilmente quello che ci piacerebbe essere.

Detto questo, la mia vita è totalmente un'accozzaglia di casualità, altro che progetti :D forse dovrei provarci anche io!!!

MrPink ha detto...

Assicurati che le intenzioni siano le stesse, per entrambi.
Ripeto.
Assicurati.

Carla ha detto...

Già è quella il problema. Perché gli obiettivi raramente sono gli stessi. E più passa il tempo più ci si illude che sia il contrario. bel casino.