26 gennaio 2011

Do u remember?

Queste ultime due sono state serate degne di nota.
L'altroieri sera era in programma la cena con i compagni delle elementari. Le adesioni sono state incredibili: infatti eravamo in cinque.
RagnoB in ritardo, ma questo perché lei prende la vita in modo sciallo e fa bene. Arrivo davanti al ristorante e becco Francesca. Caspita, Francesca. Anche se sono passati circa 18 anni dall'ultima volta che l'ho vista, non è cambiata proprio per niente, ora è super-responsabile di una super-ditta di super-servizi. Appena ci vediamo mi arriva un sms, era proprio lei che mi stava chiedendo "Ma dove cavolo siete?". Non ci si vede da 18 anni e questo è il messaggio che mi invia! Poco dopo arriva Matteo, che ora lavora al sito della provincia di Torino e si occupa dei contenuti multimediali, ma non solo. E' cantante/bassista nonché credo leader di una rock band dal nome Nadàr Solo. Sono ganzi e i loro pezzi mi piacciono, ma tipo che proprio quella sera prima di andare in pizzeria, mentre mi facevo la doccia, ne canticchiavo uno. Arriva anche RagnoB, di lei ho già parlato un sacco, siamo rimaste in contatto e in amicizia abbestia. Ed ecco Marco, ora è precario e studia teatro comico: ci ha mostrato il suo personaggio in fase di sviluppo, il dj sfigato (ma credo di essermi persa due o tre battute).
La serata è incentrata su Francesca che, come al lavoro, si dimostra un po' leader e sviluppa una sorta di intervista in cui ci chiede che facciamo, ogni due per tre insulta, scherzando, Matteo perché dice che lui le ha rovinato l'infanzia (loro hanno passato anche le medie assieme, come compagni di banco). Così Matteo ci ha raccontato di un paio di scherzi che le ha combinato e lei lo ha infamato abbestia.
Abbiamo anche ricordato la nostra maestra. Io devo dire, avevo dei ricordi "abbastanza" positivi su di lei, anche se ricordava molto la sig.ina Rottenmeier di Heidi, sempre precisina, sempre in tailleur, sempre perfettina.
A mano a mano che raccontavano però mi sono tornati in mente altri particolari, abbastanza inquietanti, che non potevo ricordare perché con le secchioncelle (come io ero all'epoca, lei era abbastanza gentile. Ma appena ti trovavi in difficoltà era in grado di lanciarti le peggiori umiliazioni.
Ricordo che ai bambini che si infilavano le dita nel caso cantava canzoncine tipo "le manine laboriose", ricordo che quando beccava le bimbette che scrivevano foglietti romantici ai propri amori lei li leggeva davanti a tutti. Una grande pedagoga insomma.
Poi religiosissima. Ci ha inculcato questa cosa così fortemente dentro di noi che io sono arrivata a essere intollerante verso la religione cattolica. Ricordo che ci faceva recitare la preghiera all'inizio delle lezioni e alla fine, che ci insegnava i canti di chiesa ma la cosa peggiore è che ci interrogava sulle preghiere. Francesca ricorda addirittura una sua interrogazione sull'atto di dolore, preghiera che dopo quest'esperienza traumatica non è mai più riuscita a imparare. Ricordo che Marco era preso anche a strattonate da lei e lui ovviamente ne ha un pessimo ricordo, ma come di una persona che davvero gli ha rovinato l'infanzia.
Matteo ci ha anche raccontato di quando incontrò la maestra non troppissimi anni prima, alla stazione di Porta Nuova. Lui capellone e con la barba incolta e la zona, bhe non proprio delle più tranquille. Dice che quando lui l'ha avvicinata lei ha fatto un salto incredibile, poi si è ripresa e lo ha riconosciuto.
Dopo la pizzeria (pizza buona ma i camerieri ci stavano attorno come se volessero mandarci via) siamo andati al St Martins a prendere qualcosa da bere. Lì abbiamo fatto alcune foto e io ho provveduto a disegnare la mano di Matteo con un quadretto degno di nota.





La serata è stata davvero bella. Sono quasi convinta di essere migliorata nel socializzare con gli altri. Sabato i Nadàr Solo suoneranno in via delle Cacce 36 a Torino, tutti invitati ad ascoltarli (ma alla fine del post metterò un video). Accorrete un po' più numerosi della cena di classe insomma.

Ieri sera RagnoB mi chiede se andiamo a bere qualcosa che saluta un ex collega di quando faceva la maschera/guida a Palazzo Bricherasio. Quando arrivo lì siamo io, RagnoB e decine di sconosciuti. Però... aspetta un attimo.
Il ragazzo che andrà a vivere a Berlino è Tino, un compagno di mia sorella dell'Accademia di Belle Arti, lo conosco, me lo ricordo e quando lo saluto si ricorda di me. Bha, e guarda te chi c'è, Barbara, la zia di Alessandro, mio ex compagno delle superiori e ora bravissimo fotografo con cui l'altra sera sono uscita insieme alla sua compagnia. Anche lei era compagna di mia sorella, ora ha un bellissimo bambino e mi ha raccontato la sua storia nonché i soliti "ah becchiamoci allora su facebook, ma tua sorella niente facebook?", no mia sorella niente pc, niente internet, ancora lettere a mano, massimo sms. Lei è proprio bella, è la versione bella di Bijork, infatti mi è venuto spontaneo di rivelarle che è sempre più bella. E lei mi ha detto che sembra che io abbia ancora 20 anni (mi stavo quasi commuovendo).
Insomma questo Tino andrà a vivere a Berlino a fare l'artista, il pittore e io, che sono faccia da sedere, penso che andrò a trovarlo.
Ho dimenticato qualcosa? No, certo che no. Il corso prosegue e bene, stasera però voglio stare a casa che in queste due sere sono rientrata tardissimo e io se dormo meno di otto ore sono davvero storditissima.
Dicevo che sì, sto imparando a stare in mezzo alla gente e la gente mi piace ma forse lo avevo già scritto. Ad aprile per pasqua penso scenderò a Catania, a luglio c'è un meeting di piante carnivore in inghilterra (mi sono assicurata che ci fosse Aga, con lui ci si diverte!) dove ovviamente salterò tutte le conferenze per andare a girare posti e luoghi anche se in due giorni... va bhe uno ci va per la compagnia mica per altro.
Con RagnoB si pensava di andare in macchina un paio di giorni a Lione, che è vicina.
Un mio compagno di corso dice che con la bella stagione si potrebbe fare un salto a Pitigliano, e io penso che se non siamo solo io e lui ma si aggrega un po' di gente si può fare.
Insomma, vivo.

Canzone del giorno: Radical Trip Nadàr Solo

5 commenti:

Zion ha detto...

cazzo, vivi bene :D

Carla ha detto...

Dipende dai punti di vista, da cosa manca e cosa c'è :)

Queto_Daemone ha detto...

Una tipa così è da evitare come la peste °_°

Carla ha detto...

io?

Queto_Daemone ha detto...

Ma ti pare :D
Parlo della "Rottermaier" XD