14 ottobre 2012

Londra - 2° giorno: Mind The Gap

2/10/2012

Svegliarsi è dura se non hai aggiornato il cellulare con l'orario inglese. E fu così che alle 6.30 la sveglia suonò. Dopo le giuste lamentele del consorte ci rimettiamo dormire un'altra oretta prima di passeggiare alla volta di Covent Garden.

Prima di ogni cosa, caffè. Cerchiamo sempre di specificare "molto ristretto" e a volte ce la facciamo. Il caffè costa abbastanza, 1,45 £ ma senza di quello non si carbura. Prendiamo la metro fino a Covent garden con l'intento di comprare un paio di enormi biscotti da Ben's Cookies.
Sono dei biscottoni enormi del diametro di circa 10 cm. Appena arriviamo alla stazione Victoria ci rendiamo conto che qualcosa non va, suona un allarme e una scritta lampeggiante invita i passeggeri della metro a non addentrarsi.
Le facce delle persone non paiono preoccupate, anzi, dev'essere cosa comune. Ci chiediamo cosa sia successo e quanto ci sia da aspettare.



Non ci scoraggiamo e decidiamo di prendere un classico bus londinese a due piani. Questo ci permetterà di vedere la città in superficie visto che con la metro non vediamo altro che il sottosuolo londinese. Prendiamo il bus numero 38 che ci porterà lì vicino e poi dovremo fare un piccolo tratto a piedi.



Una volta arrivati ci rendiamo conto che il mondo londinese comincia alle 10. Tutti i negozi, compreso Ben's Cookies sono chiusi. Persino il mercatino in piazza non si sveglia prima delle 10. Facciamo quindi una piccola colazione da Starbuck's e poi compriamo un paio di biscotti (mangiati solo alla sera) e cominciamo a passeggiare a Chinatown, passando poi dentro Green Park per arrivare a Buckingham Palace. Senza volerlo ci troviamo proprio nel mezzo alla famosa cerimonia del cambio guardia.














Dimenticavo. Londra è anche la città dei musical. Ce n'è di ogni tipo, per ogni cosa. Se Londra fosse Livorno ci sarebbe anche il teatro del Budello Di tu' Mà, per intenderci.
Andando più avanti e passando per un altro mezzo parchetto (con relativi scoiattoli) siamo arrivati a una piazzona in cui c'era un'altra cerimonia ma a cavallo. Le tradizioni!







Camminando camminando arriviamo a Trafalgar Square dove, oltre a godere della vista del Big Ben, troviamo ad aspettarci la National Gallery.








Non si può capire cosa sia la National Gallery (che tralaltro è gratuito, o meglio, a offerta libera) finché non ci finisci dentro. I famosi Girasoli di Van Gogh, dipinti per l'amico Gauguin, quadri di gauguin, Seurat, Monet, Mantegna, Botticelli. Nelle stanze era pieno di persone che disegnavano le opere. Non so se qui in Italia te lo farebbero fare.
Il giro è più veloce del previsto, le opere sono tante, il tempo poco. Siamo stanchi anche perché ci siamo svegliati male e all'orario sbagliato. Torniamo al Victoria Station per uno spuntino al Wasabi Sushi & Bento e andiamo a fare un pisolino. Non è da me, infatti ero abbastanza sfavata, ma eravamo stanchi e non saremmo riusciti a proseguire in queste condizioni.
Alle 16.30 ci svegliamo e dato che alle 17 chiudono tutti i musei, propongo di vedere qualcosa che non comporta chiusura. Andiamo quindi alla Tower of London (in verità un vero e proprio castello), poi passando per il Tower Bridge andiamo verso l'incrociatore ormeggiato sul Tamigi.










Mia riuscitissima imitazione di una gabbianella.





Da lì prendiamo di nuovo la metro per andare sotto al Big Ben e, dopo mia insistenza e vista l'improvvisa pioggia battente, andiamo a rifornirci di birra in un pub, il Red Lion, lì accanto.
Con mio grande stupore non troviamo turisti, ma solo londinesi. Evidentemente escono da lavoro, si fanno una birretta e vanno a casa (sono circa le 19, massimo le 20). Pertanto dopo cena si troveranno qui più turisti che altro.




Dopo la birra facciamo una pazzia e andiamo a Camden Town dove negozi chiusi ma molto pittoreschi mi mettono curiosità, mangiamo ottimi Taco sotto la pioggia e chiacchieriamo con un tizio ubriaco.
Questa sarà la nostra meta dell'indomani, ovviamente!

2 commenti:

Nega Fink-Nottle ha detto...

Che bello rivedere Londra con i tuoi occhi!! :))))

Carla ha detto...

Grazie! E' prprio bella Londra va là. Come città in cui vivere però il mio top è Berlino :D (troppa gente a Londra, potrei impazzire dopo 2 settimane eheh)