15 ottobre 2012

Londra - 3° giorno: Ronk

3/10/2012

Svegliati di buon'ora arriviamo a Regen's Park dove ammiriamo scoiattoli a gogò e gazze e altro. Dopo questa passeggiata mattutina ce ne andiamo alla stazione di Baker's Street per visitarla (è molto bella) e poi a King's Cross dove parte anche il TGV per Parigi.
Alla fine andiamo a Camden Town dove io vorrei comprare tutto ma non posso!

Ciao sono un altro scoiattolo!

Perché mi fate arrampicare se non avete cibo per me?



C'è un cielo meraviglioso e le foto non rendono giustizia

Passeggiata mattutina

Incontri ravvicinati


King's Cross Station



La bellissima Camden Town

Trovo le scarpezombie che volevo comprarmi a sole 40£. Trovo un cappotto bellissimo a sole 30£, trovo una maschera antigas stle SteamPunk a sole 20£. Se fossi ricca spendere ogni centesimo qui dentro.

Mangiamo al volo un taco e un burrito (insieme a dei tordi) e proseguiamo.




Troviamo una bancarella di macchina fotografiche vintage e un tizio si avvicina per chiederci quanto costa la nostra 7D e si meraviglia del prezzo. Dice che con con quello che è costata la nostra macchina potevamo comprarci tutto quel banchetto di macchine fotografiche.
Trovo il mio mondo ideale dentro Cyber Dog dove cercano anche personale (un po' ci ho pensato, sono  sincera). Commessi tatuati con capelli mitici ti camminano accanto, tra trucchi sugarpill, tinte stargazer e  vestiti stravaganti. Penso che se vivessi a Londra, Camden Town sarebbe il posto dove passerei la maggior parte del mio tempo. Tra mercatini di robe bizzarre e tra bancarelle di cibo etnico.

Andiamo verso Highgate perché volevo vedere un cimitero vittoriano (le mie solite fisse) ma non lo troviamo. Ci perdiamo in un parchetto, anche perché c'era da camminare parecchio dalla fermata della metro al cimitero. Inoltre Iolao è distratto, sta sempre a cosàre al cellulare, finché non si scopre l'arcano.

Ha ricevuto un'offerta di lavoro.
A Dublino.
Confesso, sono già con le valigie pronte. Ma questa è un'altra storia e prossimamente vi racconterò cosa abbiamo scoperto di Dublino cercando su web e leggendo di persone che si sono trasferite.
Intanto approfitto dei bagni del parco (pulitissimi, nemmeno il bagno di casa nostra è tanto pulito) per fare pipì e ci avviciniamo al British Museum, perché si sta facendo tardi e come ben sapete, Londra chiude presto.

Il British è un vero capolavoro di architettura e contenuti. Abbiamo visto la celebrissima Stele di Rosetta. Ah, e anche questo museo è gratuito. Avessi un posto del genere qui probabilmente lo userei per rilassarmi invece di passeggiare per il centro a vedere le solite vetrine dei soliti negozi.










Da lì facciamo un salto ad Harrod's dove compriamo del the inglese per Aga, un mio amico, e appuriamo che Harrod's non è niente di meno che una Rinascente per i ricchi.

Dopo Harrod's ci approprinquiamo in hotel (buffo, nel diario ho scritto "a casa") per un riposo veloce.

Per cena vogliamo il meglio. Andiamo a Carnaby Street nel pub Sherlock's Head a mangiare Fish & Chips accompagnati da una pinta di birra ghiacciata. La serata finisce con un vecchietto ubriaco che viene a chiacchierare con noi e fa headbanging cantando "like a rolling stones" e mangiandoci le patatine e il pollo dai piatti (Fry aveva preso un mezzo polletto). Alle 23 suonano le campane. Tra poco il locale chiude.

2 commenti:

Nega Fink-Nottle ha detto...

Che giro fantastico!!!
Non c'è una cosa che hai visto che io non ami, compresi gli scoiattoli!
Ma quanto è figo il Cyberdog???? Io nel lontano 2007 avevo accarezzato l'idea di farmi assumere...
Che voglia di trasferirsi là....

Carla ha detto...

Stanno cercando personale. Andiamo! :D