07 settembre 2006

La mia sveglia miracolosa

Ieri sera dovevo uscire con Giacu, un ragazzo conosciuto al mio vecchio lavoro. Ero andata una volta a installargli Linux a casa. Lui è impallato tantissimo con i macintosh, ma proprio tanto. Talmente tanto che è finito a lavorare in un centro Apple.
Comunque, ieri sera l'appuntamento era sotto casa mia alle 22. Io ero al telefono con il mio Roccio e appena ho sentito il beep della chiamata sono andata sotto casa, ma nulla. Oltretutto guardando il numero era un numero sconosciuto. Rimango sotto casa a ciaciare con Roccio e passeggio, mentre i miei capelli sono diventati come quelli di AfRoccio causa umidità. Dopo innumerevoli beep decido di provare a chiamarlo, anche se il numero è sconosciuto. Mi precede, mi chiama e mi dice che è tornato a casa perché era nella mia zona ma provava a chiamarmi. Anzi, le parole giuste sono state "Minchia, eri bloccata venti minuti al telefono, minchia, ero nella tua zona non sapevo che cazzo fare e sono tornato a casa". Il tono era parecchio sfavato, come direbbero a Firenze, scazzato, come direbbero ovunque. Alla fine mi sono messa a ridere al telefono dicendo "Mi dispiace che tu ti sia arrabbiato", ma forse il mio tono non era abbastanza serio. Alché mi ha detto "Lascia stare, Carla".
Insomma, arrabbiato davvero. Devo dirlo? Non è che avessi molta voglia di uscire ieri sera. Alle 23 ero già in stato comatoso e avevo un sonno bestiale.
Stanotte pensavo alla sveglia e mi chiedevo se per caso mi ero scordata di impostare la sveglia sul cellulare. Ma mi sono risposta quasi subito, come avrei potuto dimenticare di mettere la sveglia sul cellulare? Come?
Stamattina apro gli occhi e la sveglia non c'era. Brava Carla. Meno male che mi sono svegliata altrimenti era un altro appuntamento importante perduto. Ma dove cazzo ho la testa?
Oddio, posso rispondermi anche a questa domanda e una mezza idea già ce l'ho.

2 commenti:

Antonello ha detto...

Leggendo questo post mi sono fatto una grassa risata, pensando a che rapporto ho io con la sveglia... Dovrei un domani effettivamente scrivere qualcosa.

Tra l'altro: mi piace da morire il tuo sito.Sei proprio una grafomane magniloquente!

Ciao!

Carla ha detto...

Grazie mille Antonello :)

Scrivi scrivi scrivi sempre