23 luglio 2012

Oggi=Domani

Se avevate dei dubbi sull'esistenza di uno spazzolino in pelo di tasso, bhe posso anche levarveli.
Quando ho ricevuto questa richiesta ho messo il muto al microfono per farmi qualche sghignazzata ma è durata ben poco. Esiste davvero.
Mi fa un po' schifo, è come se usassi il pelo di Maya per lavarmi i denti. E non credo che si mettano a rasare i tassi. E chissà che usino i tassi e non le pantegane.

Ma come si realizzano i gelati? Posso darvi qualche delucidazione.
"Vorrei una vaselina alimentare da mettere nella macchina dei gelati"
io: "Ma per caso si tratta di un olio di vaselina?"
"No no, è proprio la vaselina unguento ma per uso alimentare!"
Non credo farò una scorpacciata di gelati.

Ma ancora: "Mi servirebbe un apparecchio portatile per il trasporto dell'adrenalina. Un mio cliente deve andare all'estero in bici e ha bisogno di un frigo per portarsi dietro l'adrenalina in modo che si conservi"
Ma andare da Mediaworld no eh?

Ore 11.55: "Ahhh non è arrivato il pacco che doveva arrivarmi alle 12, non è possibile, bisogna che facciate qualcosa, è già la seconda volta questo mese, io qui ho gente che aspetta!"
Ore 12, io: "Signora è arrivato il pacco?"
"Ah sì sì grazie!"

E poi: "Mi può passare una sua collega? Se no facciamo notte"
Viva la pazienza. Ma anche: "Ah queste telefoniste di passaggio prese per il periodo estivo..."

Per non parlare degli ordini che arrivano a ondate. Ci sono dei giorni in cui lubrificanti e vibratori vanno a manetta, giorni in cui i gambaletti hanno la meglio e giorni in cui, come oggi, van di moda i pettini antipidocchi.

E detestiamo tutti insieme le pubblicità, che incrementano le vendite di Bio-oil (un poutpourrì di oli che potete comprare a meno dall'erborista o usare l'olio d'oliva), colluttori con nomi simili a province del Sud.
No ma parliamo del bio-oil che finora non sapevo cosa fosse. Pare sia miracoloso per le cicatrici, per le smagliature, per le discromie dermatologiche e via dicendo. Ah gli spot.
Ma non sapete che l'olio di rosa mosqueta, comprata dall'erborista sotto casa, fa meglio e costa meno? E non ha quei fastidiosissimi profumi.
Ho appena controllato l'INCI e fa talmente schifo che conviene cospargersi di olio di oliva. Idratare, idrata. E non contiene profumi né paraffina.

Sono stanca, non riesco ad alzare gli occhi dal monitor, o scambiare due chiacchiere con la mia compagna di sventure seduta accanto a me. Mi fanno sorridere i miei amici di fermata, ogni giorno uno nuovo, come l'omino del Bangladesh che mi ha dato 19 anni e poi si è lamentato a raffica degli altri extracomunitari che rubano o spacciano droga "In germania non ci è questa schifezza, mandare tutti fuori loro. Sbagli e sei fuori. Qui invece niente".
O la donna marocchina che ha subìto un intervento e doveva farsi rimborsare il biglietto aereo per il marocco. O la carinissima ragazza albanese che lavora in hotel e che ha un bambino cui ha dato il nome di questa zona, Emiliano.

Tutto questo per non pensare. Che domani sarà una giornata uguale ad oggi.

3 commenti:

Cris Tallina ha detto...

piena solidarietà.
con la differenza che, al posto del bio oil mi tocca parlare di cemento, sacchi, pallets.
vorrei aprire una torteria e fare torte alla carota, torte alle mandorle. anzi, torte alle mandorle e carote. e cioccolata calda. mettermi un bel grembiulino con su i coniglietti di Mrs. Potter e un paio di zoccoli di legno.
e poi voglio lavare tazze e sorridere alla gente. voglio dare riparo dal logorìo della vita "moderna" (a me pare un altro medioevo, ma con la corrente elettrica e internet)

Carla ha detto...

Almeno con le torte regaleresti sorrisi veri

Carla ha detto...

Almeno con le torte regaleresti sorrisi veri